Scheda di dettaglio

Operatore Socio - Sanitario (O.S.S.)

Livello EQF 3
Settore Economico Professionale SEP 19 - Servizi socio-sanitari
Area di Attività ADA.19.01.22 - Attività di supporto all'assistenza infermieristica
Processo Erogazione di interventi tecnici sanitari e parasanitari
Sequenza di processo Assistenza socio-sanitaria alle pratiche infermieristiche
Descrizione sintetica L’Operatore Socio-Sanitario (OSS) è in grado di svolgere attività di cura e di assistenza alle persone in condizione di disagio o di non autosufficienza sul piano fisico e/o psichico, al fine di soddisfarne i bisogni primari e favorirne il benessere e l’autonomia, nonché l’integrazione sociale. L’Operatore Socio-Sanitario - a seguito dell’attestato di qualifica conseguito al termine di specifica formazione professionale regionale - svolge attività indirizzate a soddisfare i bisogni primari della persona, nell’ambito delle proprie aree di competenza, in un contesto sia sociale che sanitario, favorendo il benessere e l’autonomia dell’utente. L’operatore socio sanitario svolge la sua attività in collaborazione con gli altri operatori professionali preposti all’assistenza sanitaria e a quella sociale, secondo il criterio del lavoro multi-professionale.
Referenziazione ATECO 2007 Q.86.10.10 - Ospedali e case di cura generici
Q.86.10.20 - Ospedali e case di cura specialistici
Q.86.10.30 - Istituti, cliniche e policlinici universitari
Q.86.10.40 - Ospedali e case di cura per lunga degenza
Q.86.90.29 - Altre attività paramediche indipendenti nca
Q.87.10.00 - Strutture di assistenza infermieristica residenziale per anziani
Referenziazione ISTAT CP2011 5.3.1.1.0 - Professioni qualificate nei servizi sanitari e sociali
Regolamentata SI
Scheda qualificazione PDF

Elenco Unità di Competenza (UC)

Codice 2479
Risultato atteso Relazione d'aiuto impostata in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito.
Oggetto di osservazione Le operazioni di promozione del benessere psicologico e relazionale della persona.
Indicatori Realizzazione di attività ludico-ricreative; attuazione di interventi di stimolo alla partecipazione sociale; sostegno e compagnia all’assistito; assistenza informativa sullo stato di salute psico-fisica dell’assistito alla famiglia e ai servizi.
Livello EQF
Abilità
  • Stimolare le capacità espressive e psico-motorie dell'assistito attraverso attività ludico-ricreative e favorendo il mantenimento delle abilità residue
  • Impostare l'adeguata relazione di aiuto, adottando comportamenti in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito, compreso il sostegno affettivo ed emotivo
  • Incoraggiare il mantenimento ed il recupero dei rapporti parentali ed amicali
  • Sostenere processi di socializzazione ed integrazione favorendo la partecipazione attiva ad iniziative in ambito residenziale e non
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Principali tipologie di utenza e problematiche di servizio.
  • Principali tecniche di animazione individuale e di gruppo.
  • Tecniche comunicative e relazionali in rapporto alle diverse condizioni di malattia/disagio e dipendenza, con particolare riferimento alle situazioni di demenza.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
Referenziazione ISTAT CP2011
Codice 2480
Risultato atteso Utente assistito in tutte le funzioni primarie nel rispetto dei canoni di riservatezza e in relazione ai diversi gradi di inabilità.
Oggetto di osservazione Le operazioni di cura dei bisogni primari della persona.
Indicatori Assistenza in igiene, funzioni fisiologiche e vestizione dell’utente; supporto alla mobilità dell’utente: alzata, mobilizzazione, trasporto e/o deambulazione; accesso ai servizi predisposizione e supporto all’assunzione dei cibi, prevenzione danni da immobilizzazione ed allettamento.
Livello EQF
Abilità
  • Supportare e agevolare l'utente nell'espletamento delle funzioni primarie, igiene personale, vestizione, mobilità e assunzione dei cibi, in relazione ai diversi gradi di inabilità e di non-autosufficienza
  • Applicare tecniche per la corretta mobilizzazione e per il mantenimento delle capacità motorie dell'utente nell'espletamento delle funzioni primarie
  • Riconoscere le specifiche dietoterapiche per la preparazione dei cibi
  • Adottare misure e pratiche adeguate per l'assunzione di posture corrette e per la prevenzione di sindromi da immobilizzazione e da allettamento
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Principi della dietoterapia ed igiene degli alimenti.
  • Strumenti e tecniche per l'igiene personale e la vestizione.
  • Procedure igienico-sanitarie per la composizione e il trasporto della persona in caso di decesso.
  • Strumenti e tecniche per l'alzata, il trasferimento, la deambulazione.
  • Strumenti e tecniche per l'assistenza nell'assunzione dei cibi.
Referenziazione ISTAT CP2011
Codice 2481
Risultato atteso Ambienti di vita e di cura dell'assistito confortevoli e rispondenti agli standard di igiene, sicurezza ed accessibilità previsti dalle normative vigenti.
Oggetto di osservazione Le operazioni di adattamento domestico e ambientale.
Indicatori Riordino e pulizia degli ambienti di vita e di cura dell’assistito; prevenzione/riduzione dei fattori di rischio; disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari.
Livello EQF
Abilità
  • Applicare procedure di disinfezione e sanificazione dell'ambiente di vita e di cura
  • Rilevare esigenze di allestimento e di riordino degli ambienti di vita e cura dell'assistito, individuando soluzioni volte ad assicurarne l'adeguatezza, la funzionalità e la personalizzazione
  • Adottare comportamenti idonei alla prevenzione/riduzione del rischio professionale, ambientale e degli utenti
  • Applicare protocolli e procedure per la disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi per l'attività di cura e di assistenza.
  • Tecniche e procedure per la sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Referenziazione ISTAT CP2011
Codice 2482
Risultato atteso Utente assistito secondo i protocolli definiti e nel rispetto delle indicazioni del personale preposto.
Oggetto di osservazione Le operazioni di assistenza alla salute della persona.
Indicatori Esecuzione di misure non invasive di primo soccorso attuazione di procedure e di semplici prestazioni di carattere sanitario rilevazione e segnalazione di dati ed informazioni significative stato di salute dell’assistito raccolta, stoccaggio e trasporto di rifiuti e materiale biologico e sanitario.
Livello EQF
Abilità
  • Applicare, secondo i protocolli definiti, tecniche di esecuzione di semplici medicazioni od altre minime prestazioni di carattere sanitario
  • Adottare le procedure ed i protocolli previsti per la raccolta e lo stoccaggio dei rifiuti, il trasporto del materiale biologico, sanitario e dei campioni per gli esami diagnostici
  • Riconoscere i parametri vitali dell'assistito e percepirne le comuni alterazioni: pallore, sudorazione, ecc.
  • Comprendere ed applicare le indicazioni definite dal personale preposto circa l'utilizzo di semplici apparecchi medicali e per l'aiuto all'assunzione dei farmaci
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
  • Caratteristiche e sintomi rilevanti delle principali patologie fisiche e neurologiche.
  • Principali protocolli e piani di assistenza anche individualizzati e loro utilizzo.
  • Tecniche e protocolli di intervento e di primo soccorso.
Referenziazione ISTAT CP2011
Standard Formativo

Operatore Socio - Sanitario (O.S.S.)

Livello EQF 3
Durata minima complessiva del percorso (ore) 1000
Durata minima di aula e laboratorio (ore) 550
Percentuale massima di FaD sulla durata minima di aula e laboratorio 0%
Ulteriori indicazioni per la FAD Esclusivamente per i Soggetti specificamente accreditati per la FAD, la stessa è consentita in conformità a quanto previsto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014, secondo le seguenti indicazioni: • Unità formativa 1 - Promozione benessere psicologico e relazionale della persona, max n. 55 ore consentite di FAD; • Unità formativa 2 - Cura bisogni primari della persona, max n. 25 ore consentite di FAD; • Unità formativa 3 - Adattamento domestico-ambientale, max n.40 ore consentite di FAD; • Unità formativa 4 - Assistenza alla salute della persona: max n. 0 ore consentite di FAD. La scelta degli eventuali contenuti da erogare in FAD dovrà essere conforme a quanto indicato nel D.D. n.80/2014.
Durata minima tirocinio in impresa (ore) 450
Durata minima delle attività di aula e laboratorio rivolte alle KC (ore) 0
Requisiti minimi di ingresso dei partecipanti Compimento del diciassettesino anno di età alla data di iscrizione al corso. Possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado (licenza scuola media). Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all’estero occorre presentare una dichiarazione di valore o un documento equipollente/corrispondente che attesti il livello del titolo medesimo. Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di un attestato, riconosciuto a livello nazionale e internazionale, di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. In alternativa, tale conoscenza deve essere verificata attraverso un test di ingresso da conservare agli atti del soggetto formatore. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo grado o superiore presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione. Tutti i requisiti devono essere posseduti e documentati dal corsista al soggetto formatore entro l'inizio delle attivita'. Non e' ammessa alcuna deroga.
Requisiti minimi didattici comuni a tutte le UF/segmenti Formazione d'aula specifica e formazione tecnica mediante attività pratiche / laboratoriali.
Requisiti minimi di risorse professionali e strumentali Docenti qualificati in possesso di un titolo di studio adeguato all’attività formativa da realizzare. In conformita a quanto disposto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014, i titoli di studio richiesti ai docenti, distinti per aree di insegnamento, sono i seguenti: AREA SOCIO CULTURALE: Laurea vecchio ordinamento e/o laurea Magistrale in Lettere e Filosofia, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Scienze della Comunicazione, Pedagogia, Economia; Laurea in Giurisprudenza, Laurea in Ingegneria e Laurea in Architettura per le ore di Legislazione e Sicurezza. AREA PSICOLOGICA E SOCIALE: Laureato in Psicologia e in Sociologia. AREA IGIENICO SANITARIA E TECNICO OPERATIVA: Laureato in Medicina e Chirurgia; Laureati dell’Area Infermieristica con esperienza lavorativa certificata almeno triennale. I tutor di stage / tirocinio devono possedere titolo di studio adeguato all’attività formativa da realizzare e, nello specifico, una documentata esperienza professionale almeno triennale nel settore di riferimento.
Requisiti minimi di valutazione e di attestazione degli apprendimenti 1. Prevedere verifiche periodiche di apprendimento a conclusione di ogni UF. 2. Condizione minima di ammissione all'esame finale è la frequenza di almeno il 90% delle ore complessive del percorso formativo. 3. Esame finale pubblico in conformità alle disposizioni regionali vigenti. La valutazione finale ha lo scopo di verificare l'acquisizione delle competenze previste dal corso. 4. Certificazione rilasciata al termine del percorso: "Certificazione di qualifica professionale" per "Operatore Socio-Sanitario".
Gestione dei crediti formativi
Eventuali ulteriori indicazioni Normativa di riferimento: Accordo Stato Regioni del 22/02/2001. È obbligatorio destinare ad attività di laboratorio pratico/esercitazioni n. 100 ore della durata minimia di aula e laboratorio (n. 550 ore). I tirocini, parte integrante dei percorsi di formazione, devono essere espletati esclusivamente in strutture sanitarie assistenziali o di ricovero e di cura pubbliche, riconosciute dalle ASL della Regione Campania, in conformita a quanto disposto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014.
Codice ISCED-F 2013 0921 Care of the elderly and of disabled adults
Scheda standard formativo PDF

Elenco Unità Formative (UF)

Codice 823
Livello EQF
Denominazione UC correlata Promozione benessere psicologico e relazionale della persona (2479)
Risultato atteso Relazione d'aiuto impostata in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito.
Abilità
  • Stimolare le capacità espressive e psico-motorie dell'assistito attraverso attività ludico-ricreative e favorendo il mantenimento delle abilità residue
  • Impostare l'adeguata relazione di aiuto, adottando comportamenti in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito, compreso il sostegno affettivo ed emotivo
  • Incoraggiare il mantenimento ed il recupero dei rapporti parentali ed amicali
  • Sostenere processi di socializzazione ed integrazione favorendo la partecipazione attiva ad iniziative in ambito residenziale e non
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Principali tipologie di utenza e problematiche di servizio.
  • Principali tecniche di animazione individuale e di gruppo.
  • Tecniche comunicative e relazionali in rapporto alle diverse condizioni di malattia/disagio e dipendenza, con particolare riferimento alle situazioni di demenza.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
Durata minima (ore) 122
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 826
Livello EQF
Denominazione UC correlata Cura bisogni primari della persona (2480)
Risultato atteso Utente assistito in tutte le funzioni primarie nel rispetto dei canoni di riservatezza e in relazione ai diversi gradi di inabilità.
Abilità
  • Supportare e agevolare l'utente nell'espletamento delle funzioni primarie, igiene personale, vestizione, mobilità e assunzione dei cibi, in relazione ai diversi gradi di inabilità e di non-autosufficienza
  • Applicare tecniche per la corretta mobilizzazione e per il mantenimento delle capacità motorie dell'utente nell'espletamento delle funzioni primarie
  • Riconoscere le specifiche dietoterapiche per la preparazione dei cibi
  • Adottare misure e pratiche adeguate per l'assunzione di posture corrette e per la prevenzione di sindromi da immobilizzazione e da allettamento
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Principi della dietoterapia ed igiene degli alimenti.
  • Strumenti e tecniche per l'igiene personale e la vestizione.
  • Procedure igienico-sanitarie per la composizione e il trasporto della persona in caso di decesso.
  • Strumenti e tecniche per l'alzata, il trasferimento, la deambulazione.
  • Strumenti e tecniche per l'assistenza nell'assunzione dei cibi.
Durata minima (ore) 184
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 824
Livello EQF
Denominazione UC correlata Adattamento domestico-ambientale (2481)
Risultato atteso Ambienti di vita e di cura dell'assistito confortevoli e rispondenti agli standard di igiene, sicurezza ed accessibilità previsti dalle normative vigenti.
Abilità
  • Applicare procedure di disinfezione e sanificazione dell'ambiente di vita e di cura
  • Rilevare esigenze di allestimento e di riordino degli ambienti di vita e cura dell'assistito, individuando soluzioni volte ad assicurarne l'adeguatezza, la funzionalità e la personalizzazione
  • Adottare comportamenti idonei alla prevenzione/riduzione del rischio professionale, ambientale e degli utenti
  • Applicare protocolli e procedure per la disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi per l'attività di cura e di assistenza.
  • Tecniche e procedure per la sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Durata minima (ore) 122
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 825
Livello EQF
Denominazione UC correlata Assistenza alla salute della persona (2482)
Risultato atteso Utente assistito secondo i protocolli definiti e nel rispetto delle indicazioni del personale preposto.
Abilità
  • Applicare, secondo i protocolli definiti, tecniche di esecuzione di semplici medicazioni od altre minime prestazioni di carattere sanitario
  • Adottare le procedure ed i protocolli previsti per la raccolta e lo stoccaggio dei rifiuti, il trasporto del materiale biologico, sanitario e dei campioni per gli esami diagnostici
  • Riconoscere i parametri vitali dell'assistito e percepirne le comuni alterazioni: pallore, sudorazione, ecc.
  • Comprendere ed applicare le indicazioni definite dal personale preposto circa l'utilizzo di semplici apparecchi medicali e per l'aiuto all'assunzione dei farmaci
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
  • Caratteristiche e sintomi rilevanti delle principali patologie fisiche e neurologiche.
  • Principali protocolli e piani di assistenza anche individualizzati e loro utilizzo.
  • Tecniche e protocolli di intervento e di primo soccorso.
Durata minima (ore) 122
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Standard Formativo

Operatore Socio - Sanitario (O.S.S.) - Percorso ridotto integrativo per riqualificazione "Operatore socio assistenziale" o equipollente

Livello EQF 3
Durata minima complessiva del percorso (ore) 500
Durata minima di aula e laboratorio (ore) 275
Percentuale massima di FaD sulla durata minima di aula e laboratorio 0%
Ulteriori indicazioni per la FAD Esclusivamente per i Soggetti specificamente accreditati per la FAD, la stessa è consentita in conformità a quanto previsto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014 e Decreto Dirigenziale n. 131 del 22/09/2016, secondo le seguenti indicazioni: • Unità formativa 1 - Promozione benessere psicologico e relazionale della persona, max n. 36 ore consentite di FAD; • Unità formativa 2 - Cura bisogni primari della persona, max n. 5 ore consentite di FAD; • Unità formativa 3 - Adattamento domestico-ambientale, max n.18 ore consentite di FAD; • Unità formativa 4 - Assistenza alla salute della persona, max n. 0 ore consentite di FAD. La scelta degli eventuali contenuti da erogare in FAD dovrà essere conforme a quanto indicato nel D.D. n.80/2014.
Durata minima tirocinio in impresa (ore) 225
Durata minima delle attività di aula e laboratorio rivolte alle KC (ore) 0
Requisiti minimi di ingresso dei partecipanti Soggetti in possesso di Attestazione di Qualifica di O.S.A ed equipollente O.S.A. riconosciuta dalla Regione Campania.
Requisiti minimi didattici comuni a tutte le UF/segmenti Formazione d'aula specifica e formazione tecnica mediante attività pratiche / laboratoriali.
Requisiti minimi di risorse professionali e strumentali Docenti qualificati in possesso di un titolo di studio adeguato all’attività formativa da realizzare. In conformita a quanto disposto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014, i titoli di studio richiesti ai docenti, distinti per aree di insegnamento, sono i seguenti: AREA SOCIO CULTURALE: Laurea vecchio ordinamento e/o laurea Magistrale in Lettere e Filosofia, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Scienze della Comunicazione, Pedagogia, Economia; Laurea in Giurisprudenza, Laurea in Ingegneria e Laurea in Architettura per le ore di Legislazione e Sicurezza. AREA PSICOLOGICA E SOCIALE: Laureato in Psicologia e in Sociologia. AREA IGIENICO SANITARIA E TECNICO OPERATIVA: Laureato in Medicina e Chirurgia; Laureati dell’Area Infermieristica con esperienza lavorativa certificata almeno triennale. I tutor di stage / tirocinio devono possedere titolo di studio adeguato all’attività formativa da realizzare e, nello specifico, una documentata esperienza professionale almeno triennale nel settore di riferimento.
Requisiti minimi di valutazione e di attestazione degli apprendimenti 1. Prevedere verifiche periodiche di apprendimento a conclusione di ogni UF. 2. Condizione minima di ammissione all'esame finale è la frequenza di almeno il 90% delle ore complessive del percorso formativo. 3. Esame finale pubblico in conformità alle disposizioni regionali vigenti. La valutazione finale ha lo scopo di verificare l'acquisizione delle competenze previste dal corso. 4. Certificazione rilasciata al termine del percorso: "Certificazione di qualifica professionale" per "Operatore Socio-Sanitario".
Gestione dei crediti formativi
Eventuali ulteriori indicazioni Normativa di riferimento: Accordo Stato Regioni del 22/02/2001; Decreto Dirigenziale n. 131 del 22/09/2016. I tirocini, parte integrante dei percorsi di formazione, devono essere espletati esclusivamente in strutture sanitarie assistenziali o di ricovero e di cura pubbliche, riconosciute dalle ASL della Regione Campania, in conformita a quanto disposto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014.
Codice ISCED-F 2013 0921 Care of the elderly and of disabled adults
Scheda standard formativo PDF

Elenco Unità Formative (UF)

Codice 827
Livello EQF
Denominazione UC correlata Promozione benessere psicologico e relazionale della persona (2479)
Risultato atteso Relazione d'aiuto impostata in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito.
Abilità
  • Stimolare le capacità espressive e psico-motorie dell'assistito attraverso attività ludico-ricreative e favorendo il mantenimento delle abilità residue
  • Impostare l'adeguata relazione di aiuto, adottando comportamenti in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito, compreso il sostegno affettivo ed emotivo
  • Incoraggiare il mantenimento ed il recupero dei rapporti parentali ed amicali
  • Sostenere processi di socializzazione ed integrazione favorendo la partecipazione attiva ad iniziative in ambito residenziale e non
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Principali tipologie di utenza e problematiche di servizio.
  • Principali tecniche di animazione individuale e di gruppo.
  • Tecniche comunicative e relazionali in rapporto alle diverse condizioni di malattia/disagio e dipendenza, con particolare riferimento alle situazioni di demenza.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
Durata minima (ore) 45
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 828
Livello EQF
Denominazione UC correlata Cura bisogni primari della persona (2480)
Risultato atteso Utente assistito in tutte le funzioni primarie nel rispetto dei canoni di riservatezza e in relazione ai diversi gradi di inabilità.
Abilità
  • Supportare e agevolare l'utente nell'espletamento delle funzioni primarie, igiene personale, vestizione, mobilità e assunzione dei cibi, in relazione ai diversi gradi di inabilità e di non-autosufficienza
  • Applicare tecniche per la corretta mobilizzazione e per il mantenimento delle capacità motorie dell'utente nell'espletamento delle funzioni primarie
  • Riconoscere le specifiche dietoterapiche per la preparazione dei cibi
  • Adottare misure e pratiche adeguate per l'assunzione di posture corrette e per la prevenzione di sindromi da immobilizzazione e da allettamento
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Principi della dietoterapia ed igiene degli alimenti.
  • Strumenti e tecniche per l'igiene personale e la vestizione.
  • Procedure igienico-sanitarie per la composizione e il trasporto della persona in caso di decesso.
  • Strumenti e tecniche per l'alzata, il trasferimento, la deambulazione.
  • Strumenti e tecniche per l'assistenza nell'assunzione dei cibi.
Durata minima (ore) 45
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 829
Livello EQF
Denominazione UC correlata Adattamento domestico-ambientale (2481)
Risultato atteso Ambienti di vita e di cura dell'assistito confortevoli e rispondenti agli standard di igiene, sicurezza ed accessibilità previsti dalle normative vigenti.
Abilità
  • Applicare procedure di disinfezione e sanificazione dell'ambiente di vita e di cura
  • Rilevare esigenze di allestimento e di riordino degli ambienti di vita e cura dell'assistito, individuando soluzioni volte ad assicurarne l'adeguatezza, la funzionalità e la personalizzazione
  • Adottare comportamenti idonei alla prevenzione/riduzione del rischio professionale, ambientale e degli utenti
  • Applicare protocolli e procedure per la disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi per l'attività di cura e di assistenza.
  • Tecniche e procedure per la sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Durata minima (ore) 45
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 830
Livello EQF
Denominazione UC correlata Assistenza alla salute della persona (2482)
Risultato atteso Utente assistito secondo i protocolli definiti e nel rispetto delle indicazioni del personale preposto.
Abilità
  • Applicare, secondo i protocolli definiti, tecniche di esecuzione di semplici medicazioni od altre minime prestazioni di carattere sanitario
  • Adottare le procedure ed i protocolli previsti per la raccolta e lo stoccaggio dei rifiuti, il trasporto del materiale biologico, sanitario e dei campioni per gli esami diagnostici
  • Riconoscere i parametri vitali dell'assistito e percepirne le comuni alterazioni: pallore, sudorazione, ecc.
  • Comprendere ed applicare le indicazioni definite dal personale preposto circa l'utilizzo di semplici apparecchi medicali e per l'aiuto all'assunzione dei farmaci
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
  • Caratteristiche e sintomi rilevanti delle principali patologie fisiche e neurologiche.
  • Principali protocolli e piani di assistenza anche individualizzati e loro utilizzo.
  • Tecniche e protocolli di intervento e di primo soccorso.
Durata minima (ore) 140
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Standard Formativo

Operatore Socio - Sanitario (O.S.S.) - Percorso ridotto per le Infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana

Livello EQF 3
Durata minima complessiva del percorso (ore) 120
Durata minima di aula e laboratorio (ore) 80
Percentuale massima di FaD sulla durata minima di aula e laboratorio 0%
Ulteriori indicazioni per la FAD Esclusivamente per i Soggetti specificamente accreditati per la FAD, la stessa è consentita in conformità a quanto previsto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014, secondo le seguenti indicazioni: • Unità formativa 1 - Promozione benessere psicologico e relazionale della persona, max n. 10 ore consentite di FAD relative ai seguenti contenuti: profilo e ruolo dell'Operatore socio sanitario e organizzazione del servizio; • Unità formativa 3 - Adattamento domestico-ambientale, max n. 7 ore consentite di FAD relative ai seguenti contenuti: Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche; Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza); • Unità formativa 4 - Assistenza alla salute della persona: max n. 0 ore consentite di FAD.
Durata minima tirocinio in impresa (ore) 40
Durata minima delle attività di aula e laboratorio rivolte alle KC (ore) 0
Requisiti minimi di ingresso dei partecipanti Possesso del titolo di Diploma di Infermiera volontaria della Croce Rossa Italiana. Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di un attestato, riconosciuto a livello nazionale e internazionale, di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. In alternativa, tale conoscenza deve essere verificata attraverso un test di ingresso da conservare agli atti del soggetto formatore. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo grado o superiore presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione. Tutti i requisiti devono essere posseduti e documentati dal corsista al soggetto formatore entro l'inizio delle attività. Non è ammessa alcuna deroga.
Requisiti minimi didattici comuni a tutte le UF/segmenti Formazione d'aula specifica e formazione tecnica mediante attività pratiche / laboratoriali.
Requisiti minimi di risorse professionali e strumentali Docenti qualificati in possesso di un titolo di studio adeguato all’attività formativa da realizzare. In conformità a quanto disposto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014, i titoli di studio richiesti ai docenti, distinti per aree di insegnamento, sono i seguenti: AREA SOCIO CULTURALE: Laurea vecchio ordinamento e/o laurea Magistrale in Lettere e Filosofia, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Scienze della Comunicazione, Pedagogia, Economia; Laurea in Giurisprudenza, Laurea in Ingegneria e Laurea in Architettura per le ore di Legislazione e Sicurezza. AREA PSICOLOGICA E SOCIALE: Laureato in Psicologia e in Sociologia. AREA IGIENICO SANITARIA E TECNICO OPERATIVA: Laureato in Medicina e Chirurgia; Laureati dell’Area Infermieristica con esperienza lavorativa certificata almeno triennale. I tutor di stage / tirocinio devono possedere titolo di studio adeguato all’attività formativa da realizzare e, nello specifico, una documentata esperienza professionale almeno triennale nel settore di riferimento.
Requisiti minimi di valutazione e di attestazione degli apprendimenti 1. Prevedere verifiche periodiche di apprendimento a conclusione di ogni UF. 2. Condizione minima di ammissione all'esame finale è la frequenza di almeno il 90% delle ore complessive del percorso formativo. 3. Esame finale pubblico in conformità alle disposizioni regionali vigenti. La valutazione finale ha lo scopo di verificare l'acquisizione delle competenze previste dal corso. L'esame avrà ad oggetto tutte le quattro unità di competenza associate alla qualificazione. 4. Certificazione rilasciata al termine del percorso: "Certificazione di qualifica professionale" per "Operatore Socio-Sanitario".
Gestione dei crediti formativi
Eventuali ulteriori indicazioni Normativa di riferimento: Accordo Stato Regioni del 22/02/2001. È obbligatorio destinare ad attività di laboratorio pratico/esercitazioni n. 15 ore della durata minima di aula e laboratorio (n. 80 ore). I tirocini, parte integrante dei percorsi di formazione, devono essere espletati esclusivamente in strutture sanitarie assistenziali o di ricovero e di cura pubbliche, riconosciute dalle ASL della Regione Campania, in conformità a quanto disposto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014 .
Codice ISCED-F 2013 0921 Care of the elderly and of disabled adults
Scheda standard formativo PDF

Elenco Unità Formative (UF)

Codice 995
Livello EQF
Denominazione UC correlata Promozione benessere psicologico e relazionale della persona (2479)
Risultato atteso Relazione d'aiuto impostata in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito.
Abilità
  • Stimolare le capacità espressive e psico-motorie dell'assistito attraverso attività ludico-ricreative e favorendo il mantenimento delle abilità residue
  • Impostare l'adeguata relazione di aiuto, adottando comportamenti in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito, compreso il sostegno affettivo ed emotivo
  • Incoraggiare il mantenimento ed il recupero dei rapporti parentali ed amicali
  • Sostenere processi di socializzazione ed integrazione favorendo la partecipazione attiva ad iniziative in ambito residenziale e non
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Principali tipologie di utenza e problematiche di servizio.
  • Principali tecniche di animazione individuale e di gruppo.
  • Tecniche comunicative e relazionali in rapporto alle diverse condizioni di malattia/disagio e dipendenza, con particolare riferimento alle situazioni di demenza.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
Durata minima (ore) 20
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 996
Livello EQF
Denominazione UC correlata Adattamento domestico-ambientale (2481)
Risultato atteso Ambienti di vita e di cura dell'assistito confortevoli e rispondenti agli standard di igiene, sicurezza ed accessibilità previsti dalle normative vigenti.
Abilità
  • Applicare procedure di disinfezione e sanificazione dell'ambiente di vita e di cura
  • Rilevare esigenze di allestimento e di riordino degli ambienti di vita e cura dell'assistito, individuando soluzioni volte ad assicurarne l'adeguatezza, la funzionalità e la personalizzazione
  • Adottare comportamenti idonei alla prevenzione/riduzione del rischio professionale, ambientale e degli utenti
  • Applicare protocolli e procedure per la disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi per l'attività di cura e di assistenza.
  • Tecniche e procedure per la sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Durata minima (ore) 30
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 997
Livello EQF
Denominazione UC correlata Assistenza alla salute della persona (2482)
Risultato atteso Utente assistito secondo i protocolli definiti e nel rispetto delle indicazioni del personale preposto.
Abilità
  • Applicare, secondo i protocolli definiti, tecniche di esecuzione di semplici medicazioni od altre minime prestazioni di carattere sanitario
  • Adottare le procedure ed i protocolli previsti per la raccolta e lo stoccaggio dei rifiuti, il trasporto del materiale biologico, sanitario e dei campioni per gli esami diagnostici
  • Riconoscere i parametri vitali dell'assistito e percepirne le comuni alterazioni: pallore, sudorazione, ecc.
  • Comprendere ed applicare le indicazioni definite dal personale preposto circa l'utilizzo di semplici apparecchi medicali e per l'aiuto all'assunzione dei farmaci
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
  • Caratteristiche e sintomi rilevanti delle principali patologie fisiche e neurologiche.
  • Principali protocolli e piani di assistenza anche individualizzati e loro utilizzo.
  • Tecniche e protocolli di intervento e di primo soccorso.
Durata minima (ore) 30
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Standard Formativo

Operatore Socio - Sanitario (O.S.S.) - Percorso ridotto per i Diplomati dell'IP Indirizzo Servizi Socio Sanitari e Servizi per la Sanità e l’Assistenza sociale

Livello EQF 3
Durata minima complessiva del percorso (ore) 300
Durata minima di aula e laboratorio (ore) 170
Percentuale massima di FaD sulla durata minima di aula e laboratorio 0%
Ulteriori indicazioni per la FAD Non è consentita la FAD.
Durata minima tirocinio in impresa (ore) 130
Durata minima delle attività di aula e laboratorio rivolte alle KC (ore) 0
Requisiti minimi di ingresso dei partecipanti Possesso del Diploma di scuola secondaria di secondo grado IP Indirizzo Servizi Socio Sanitari e Servizi per la Sanità e l’Assistenza sociale. Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di un attestato, riconosciuto a livello nazionale e internazionale, di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. In alternativa, tale conoscenza deve essere verificata attraverso un test di ingresso da conservare agli atti del soggetto formatore. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo grado o superiore presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione. Tutti i requisiti devono essere posseduti e documentati dal corsista al soggetto formatore entro l'inizio delle attività. Non è ammessa alcuna deroga.
Requisiti minimi didattici comuni a tutte le UF/segmenti Formazione d'aula specifica e formazione tecnica mediante attività pratiche / laboratoriali.
Requisiti minimi di risorse professionali e strumentali Docenti qualificati in possesso di un titolo di studio adeguato all’attività formativa da realizzare. In conformità a quanto disposto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014, i titoli di studio richiesti ai docenti, distinti per aree di insegnamento, sono i seguenti: AREA SOCIO CULTURALE: Laurea vecchio ordinamento e/o laurea Magistrale in Lettere e Filosofia, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Scienze della Comunicazione, Pedagogia, Economia; Laurea in Giurisprudenza, Laurea in Ingegneria e Laurea in Architettura per le ore di Legislazione e Sicurezza. AREA PSICOLOGICA E SOCIALE: Laureato in Psicologia e in Sociologia. AREA IGIENICO SANITARIA E TECNICO OPERATIVA: Laureato in Medicina e Chirurgia; Laureati dell’Area Infermieristica con esperienza lavorativa certificata almeno triennale. I tutor di stage / tirocinio devono possedere titolo di studio adeguato all’attività formativa da realizzare e, nello specifico, una documentata esperienza professionale almeno triennale nel settore di riferimento.
Requisiti minimi di valutazione e di attestazione degli apprendimenti 1. Prevedere verifiche periodiche di apprendimento a conclusione di ogni UF. 2. Condizione minima di ammissione all'esame finale è la frequenza di almeno il 90% delle ore complessive del percorso formativo. 3. Esame finale pubblico in conformità alle disposizioni regionali vigenti. La valutazione finale ha lo scopo di verificare l'acquisizione delle competenze previste dal corso. L'esame avrà ad oggetto tutte le unità di competenza associate alla qualificazione. 4. Certificazione rilasciata al termine del percorso: "Certificazione di qualifica professionale" per "Operatore Socio-Sanitario".
Gestione dei crediti formativi
Eventuali ulteriori indicazioni Normativa di riferimento: Accordo Stato Regioni del 22/02/2001. È obbligatorio destinare ad attività di laboratorio pratico/esercitazioni n. 30 ore della durata minima di aula e laboratorio (n. 180 ore). I tirocini, parte integrante dei percorsi di formazione, devono essere espletati esclusivamente in strutture sanitarie assistenziali o di ricovero e di cura pubbliche, riconosciute dalle ASL della Regione Campania, in conformità a quanto disposto dal Decreto Dirigenziale n. 80 del 11/03/2014. Le ore di tirocinio devono essere svolte in congrua parte sia presso strutture di ambito socio assistenziale che sanitario.
Codice ISCED-F 2013 0921 Care of the elderly and of disabled adults
Scheda standard formativo PDF

Elenco Unità Formative (UF)

Codice 998
Livello EQF
Denominazione UC correlata Promozione benessere psicologico e relazionale della persona (2479)
Risultato atteso Relazione d'aiuto impostata in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito.
Abilità
  • Stimolare le capacità espressive e psico-motorie dell'assistito attraverso attività ludico-ricreative e favorendo il mantenimento delle abilità residue
  • Impostare l'adeguata relazione di aiuto, adottando comportamenti in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell'assistito, compreso il sostegno affettivo ed emotivo
  • Incoraggiare il mantenimento ed il recupero dei rapporti parentali ed amicali
  • Sostenere processi di socializzazione ed integrazione favorendo la partecipazione attiva ad iniziative in ambito residenziale e non
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Principali tipologie di utenza e problematiche di servizio.
  • Principali tecniche di animazione individuale e di gruppo.
  • Tecniche comunicative e relazionali in rapporto alle diverse condizioni di malattia/disagio e dipendenza, con particolare riferimento alle situazioni di demenza.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
Durata minima (ore) 30
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 999
Livello EQF
Denominazione UC correlata Cura bisogni primari della persona (2480)
Risultato atteso Utente assistito in tutte le funzioni primarie nel rispetto dei canoni di riservatezza e in relazione ai diversi gradi di inabilità.
Abilità
  • Supportare e agevolare l'utente nell'espletamento delle funzioni primarie, igiene personale, vestizione, mobilità e assunzione dei cibi, in relazione ai diversi gradi di inabilità e di non-autosufficienza
  • Applicare tecniche per la corretta mobilizzazione e per il mantenimento delle capacità motorie dell'utente nell'espletamento delle funzioni primarie
  • Riconoscere le specifiche dietoterapiche per la preparazione dei cibi
  • Adottare misure e pratiche adeguate per l'assunzione di posture corrette e per la prevenzione di sindromi da immobilizzazione e da allettamento
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Principi della dietoterapia ed igiene degli alimenti.
  • Strumenti e tecniche per l'igiene personale e la vestizione.
  • Procedure igienico-sanitarie per la composizione e il trasporto della persona in caso di decesso.
  • Strumenti e tecniche per l'alzata, il trasferimento, la deambulazione.
  • Strumenti e tecniche per l'assistenza nell'assunzione dei cibi.
Durata minima (ore) 60
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 1000
Livello EQF
Denominazione UC correlata Adattamento domestico-ambientale (2481)
Risultato atteso Ambienti di vita e di cura dell'assistito confortevoli e rispondenti agli standard di igiene, sicurezza ed accessibilità previsti dalle normative vigenti.
Abilità
  • Applicare procedure di disinfezione e sanificazione dell'ambiente di vita e di cura
  • Rilevare esigenze di allestimento e di riordino degli ambienti di vita e cura dell'assistito, individuando soluzioni volte ad assicurarne l'adeguatezza, la funzionalità e la personalizzazione
  • Adottare comportamenti idonei alla prevenzione/riduzione del rischio professionale, ambientale e degli utenti
  • Applicare protocolli e procedure per la disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi per l'attività di cura e di assistenza.
  • Tecniche e procedure per la sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari
Durata minima (ore) 40
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%
Codice 1001
Livello EQF
Denominazione UC correlata Assistenza alla salute della persona (2482)
Risultato atteso Utente assistito secondo i protocolli definiti e nel rispetto delle indicazioni del personale preposto.
Abilità
  • Applicare, secondo i protocolli definiti, tecniche di esecuzione di semplici medicazioni od altre minime prestazioni di carattere sanitario
  • Adottare le procedure ed i protocolli previsti per la raccolta e lo stoccaggio dei rifiuti, il trasporto del materiale biologico, sanitario e dei campioni per gli esami diagnostici
  • Riconoscere i parametri vitali dell'assistito e percepirne le comuni alterazioni: pallore, sudorazione, ecc.
  • Comprendere ed applicare le indicazioni definite dal personale preposto circa l'utilizzo di semplici apparecchi medicali e per l'aiuto all'assunzione dei farmaci
Conoscenze
  • Sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell'assistito.
  • Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati.
  • Caratteristiche e sintomi rilevanti delle principali patologie fisiche e neurologiche.
  • Principali protocolli e piani di assistenza anche individualizzati e loro utilizzo.
  • Tecniche e protocolli di intervento e di primo soccorso.
Durata minima (ore) 40
Percentuale di variazione massima consentita in aumento e/o diminuzione della durata minima dell'UF 0%
Percentuale massima di FaD 0%